Categoria: Serie A

Il Campionato va in pausa con l’Orchestra Perfetta NAPOLI in testa!

Il racconto del Campionato di Serie A prosegue con l’analisi delle successive ed ultime 4 giornate del girone d’andata (dalla numero 12 alla numero 15) prima della sosta per i Mondiali in Qatar, che partiranno dal 20 Novembre 2022 dove, come già tristemente sappiamo saremmo, come Italia, solo spettatori.

Regina indiscussa e in vetta alla Classifica del Campionato con 8 punti di vantaggio sulla seconda, è il NAPOLI; guidata dal tecnico Luciano Spalletti che ha fatto, fino ad ora, qualcosa di straordinario, impensabile ed è, con quella della quindicesima giornata, alla sua undicesima vittoria di fila!!  Ma partiamo con il racconto.

12° GIORNATA

Nella giornata numero 12, il Napoli, dopo il successo a Roma, domina e vince ancora (4-0), in casa contro il Sassuolo. Non c’è molto da dire.

Il Milan, invece, viene battuto in trasferta (2-1) dal “Vecchio Cuore Granata”, il Torino. I cugini dell’Inter, si impongo agevolmente, in casa (3-0), sulla Sampdoria. Per i nerazzurri, quarta vittoria consecutiva. Vincono in trasferta: l’Atalanta ad Empoli (0-2); la Roma (1-3) in rimonta nel finale a Verona e la Juventus (0-1) a Lecce. Perde in casa (1-3) la Lazio con la Salernitana. Importanti, i successi fuori casa (1-2), della Fiorentina e del Bologna, rispettivamente contro lo Spezia e il Monza. Unico 0-0 di giornata, quello tra Cremonese e Udinese.

13° GIORNATA

Big-match alla giornata numero 13. Il Napoli, dopo essere andato sotto per un rigore di Lookman, ribalta e vince (1-2), accade tutto nel primo tempo, contro l’Atalanta consolidando la vetta.

La Lazio, grazie ad una “leggerezza” di Ibanez, con rete siglata da Felipe Anderson, si impone (0-1) nel Derby contro la Roma. Per la Lazio, è il terzo gol di Anderson che eguaglia Hernanes al primo posto dei migliori marcatori brasiliani.

La Juventus, con un grandissimo secondo tempo, per la prima volta in stagione vince uno scontro diretto, imponendosi (2-0) contro l’Inter nel “Derby d’Italia”, scavalcandola in classifica.

Nel racconto delle gare che completano la giornata, nella parte alta della Classifica, torna al successo il Milan, in casa (2-1) sullo Spezia. Vincono, sempre in casa: il Bologna sul Torino (2-1); l’Empoli sul Sassuolo (1-0); il Monza sul Verona (2-0). Vince, fuori casa (0-2), la Fiorentina a Genova, contro la Sampdoria. Completano il quadro, i pareggi tra Udinese e Lecce (1-1) e tra Salernitana e Cremonese (2-2).

14° GIORNATA

Nella giornata numero 14 (turno infrasettimanale) priva di partite di “cartello”, si comincia con solita vittoria del Napoli sull’Empoli (2-0) e con i pareggi (1-1) dello Spezia con l’Udinese e (0-0) del Milan a Cremona, con la Cremonese. Si prosegue con il pareggio della Roma (1-1) sul campo del Sassuolo e a sorpresa, con la vittoria “pesante” del Lecce, (2-1) in casa sull’Atalanta.

Vincono in casa, la Fiorentina (2-1) sulla Salernitana e il Torino (2-0) sulla Sampdoria. L’Inter, dopo essere passata in svantaggio, sommerge di gol e vince in casa (6-1) con il Bologna. La giornata si chiude con le vittorie, di misura 1-0, della Juventus in trasferta a Verona e della Lazio in casa con il Monza.

15° GIORNATA

Ultima giornata presa in esame. Partiamo dalla vetta dove il Napoli supera, in casa (3-2), anche l’Udinese. I partenopei, stavolta dopo aver dominato la gara complice la stanchezza, si rilassano e permetto ai friulani di segnare 2 reti, rendendo il finale della partita “non scontato” come al solito. Ma alla fine gli Azzurri resistono e concludono questa prima parte di Campionato, in testa alla Classifica!

Al secondo posto si posiziona il Milan, che vince, nel finale di recupero (2-1) sulla Fiorentina.

Sesta vittoria di fila, e senza subire gol, per la Juventus che batte in casa la Lazio (3-0).

Importante vittoria dell’Inter a Bergamo (2-3) contro l’Atalanta, mentre la Roma non va oltre   l’1-1 in casa (al 94′ minuto si rivede Dybala con il gol del pareggio), contro un buon Torino.

Vittorie in casa (3-0) del Monza sulla Salernitana e del Bologna sul Sassuolo, nel derby emiliano.

Negli scontri diretti salvezza, l’Empoli vince in casa sulla Cremonese (2-0); vince il Lecce a Genova con la Sampdoria (0-2) e vince lo Spezia (1-2) in casa del Verona ultimo in classifica.

Ora ci saranno i Mondiali, per il nostro racconto del Campionato di Serie A 2022/2023, diamo appuntamento a tutti alla ripresa, a Gennaio.

CLASSIFICA punti:

41: NAPOLI

33: MILAN

31: JUVENTUS

30: LAZIO e INTER

27: ATALANTA e ROMA

24: UDINESE

21: TORINO

19: FIORENTINA e BOLOGNA

17: SALERNITANA e EMPOLI

16: MONZA e SASSUOLO

15: LECCE

13: SPEZIA

7: CREMONESE

  6: SAMPDORIA

  5: VERONA 

In testa alla Classifica dei marcatori c’è, con: 9 Gol, VICTOR OSIMHEN (NAPOLI)

STATISTICHE PRINCIPALI dopo 15 giornate:

Il miglior rendimento casa-trasferta: NAPOLI (PUNTI: Casa: 22; Trasferta 19)

VITTORIE
Maggior numero: 13 NAPOLI
Minor numero: 0 CREMONESE

PAREGGI
Maggior numero: 7 CREMONESE
Minor numero: 0 INTER

SCONFITTE
Maggior numero: 12 VERONA
Minor numero: 0 NAPOLI

ATTACCO
Migliore: 37 GOL FATTI NAPOLI
Peggiore: 6 GOL FATTI SAMPDORIA

DIFESA
Migliore: 7 GOL SUBITI JUVENTUS
Peggiore: 29 GOL SUBITI VERONA

DIFFERENZA RETI
Migliore: +25 NAPOLI
Peggiore: -21 SAMPDORIA

Ringrazio tutti per l’attenzione e saluto alla mia maniera: Buon Campionato a Tutti!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

Una squadra sola al comando: NAPOLI!

Il nostro racconto sul Campionato di Serie A, prosegue con l’analisi delle successive 4 giornate: dalla numero 8 alla numero 11 dove, al termine della stessa, in testa alla Classifica resta da solo, quota 29 punti, il NAPOLI.

8° GIORNATA:

La giornata numero 8 è caratterizzata dalla partita di “cartello”, in anticipo al sabato dello Stadio Meazza tra Inter e Roma. Vince la Roma (1-2) che, dopo un inizio in salita visto il vantaggio dei nerazzurri con Dimarco, pareggia con Dybala e sorpassa con la “solita testata di Smalling, ad un quarto d’ora dal termine. Quarta sconfitta, in 8 gare di Campionato, per gli uomini di Inzaghi che eguagliano il loro record negativo, in questo momento della stagione come nel 2011/12. I giallorossi tornano al successo contro l’Inter, cosa che non accadeva da febbraio del 2017, ed anche lì fu al Meazza.

Nelle altre gare di giornata, vincono in casa (3-1) il Napoli sul Torino e l’Atalanta (1-0) sulla Fiorentina. Nella parte alta della classifica, vincono (1-2) l’Udinese, “sorpresa” di questo inizio di stagione in trasferta a Verona; il Milan (1-3) “autoritario” ad Empoli e la Lazio, altro netto, dopo quello di Cremona, (4-0) allo Spezia in casa. Dopo la batosta di Monza, rialza la testa la Juventus che, in casa, supera (3-0) il Bologna. “Manata” (5-0) del Sassuolo, in casa contro la Salernitana. La netta sconfitta della Sampdoria, in casa (0-3) con il Monza, costa la panchina a Giampaolo, che sarà sostituito da vecchia conoscenza del calcio italiano, Dejan Stankovic. Chiude la giornata il pareggio per 1-1 tra Lecce e Cremonese.

9° GIORNATA:

La giornata numero 9, come l’ottava, parte di sabato con un big-match, sempre allo Stadio Meazza. Questa volta è il turno di Milan-Juventus. Vincono e convincono i rossoneri 2-0. Milan che “solo” momentaneamente, aggancia Napoli e Atalanta in testa alla Classifica. Dicevamo, vittoria convincente fatta di superiorità nel gioco e tante occasioni create, oltre ai 2 gol, uno per tempo, anche 3 legni! La Juventus non c’è ancora ed è lontana dalle zone di classifica che “di solito le competono”. Andando avanti nel racconto, la domenica ci dice che in testa alla classifica resta, da solo, il Napoli, visto il successo (1-4) in trasferta sul campo della Cremonese e il contemporaneo pareggio (2-2) in gara, molto divertente, tra Udinese e Atalanta. Vince in casa la Roma (2-1) contro il Lecce; festa rovinata dall’infortunio, proprio segnando il rigore decisivo per il risultato, di un determinate Dybala (in bocca al lupo a Lui).

Terzo successo consentivo per 0-4 della Lazio, questa volta ai danni della Fiorentina. Torna alla vittoria l’Inter (1-2) a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Vincono, in casa, il Monza (2-0) allo Spezia e la Salernitana (2-1) sul Verona e la sconfitta porta all’esonero di Cioffi. In panchina, arriva Bocchetti. La giornata si chiude con i pareggi (per 1-1) tra Bologna-Sampdoria e Torino-Empoli.

10° GIORNATA:

La decima giornata è caratterizzata dal derby di Torino: vince la Juventus (0-1) con gol di Vlahovic al minuto numero 74. Vittoria “pesante”, la quarta del suo Campionato. Per la statistica: 12ma vittoria degli ultimi 14 derby in trasferta e 10 volte mantenendo la porta inviolata.

Nella parte alta della Classifica vincono: il Napoli, dopo una gara combattuta in casa, rete decisiva di Osimhen (3-2) contro il Bologna; l’Atalanta, dopo essere andata sotto, in rimonta (2-1) sul Sassuolo; il Milan (1-2) anche in questa occasione con rete decisiva di Tonali nel finale a Verona; la Roma, con un rigore di Pellegrini (0-1) a Genova con la Sampdoria e l’Inter, con un gol per tempo di Martinez e Barella (2-0) con la Salernitana.

Vista la classifica, la gara importante di giornata si chiude (0-0) tra Lazio e Udinese, dopo una partita intensa ed equilibrata.

L’Empoli vince in casa (1-0) contro il Monza, reduce da tre vittorie con l’avvento di Palladino in panchina.

Pareggi per 2-2 tra Spezia e Cremonese e 1-1 tra Lecce e Fiorentina.

11° GIORNATA:

Bisogna attendere le 20.45 di domenica per il “Big-match” di giornata: Roma-Napoli e l’altra gara di cartello per la classifica alle 18.00, Atalanta-Lazio.

Andando per ordine, si comincia di venerdì sera, con la netta vittoria in casa della Juventus (4-0) sull’Empoli. Assoluto protagonista Adrien Rabiot, autore di una doppietta. Il sabato calcistico comincia con la vittoria, di misura, della Salernitana (1-0) sullo Spezia. Si prosegue con le milanesi: ed entrambe vincono la loro gara. Il Milan (4-1) in casa nella “partita del cuore, visto il passato di Berlusconi e Galliani contro il Monza. L’Inter, dopo un finale “pirotecnico” (3-4) a Firenze con la Fiorentina. Gara bellissima e dalle mille emozioni! Arriviamo alla domenica, che si apre con la sorprendente vittoria (1-2) del Torino a Udine contro l’Udinese e prosegue con la vittoria del Bologna, in casa, (2-0) contro il Lecce.

Arriviamo quindi alle gare importanti: Atalanta-Lazio-0-2. Vittoria di una Lazio concreta, che gioca la gara in maniera intesa per 90 minuti, non facendo così esprimere e mai rendere pericolosa, la squadra bergamasca. Priva di Immobile, un gol per tempo di Zaccagni e Felipe Anderson, fissano il risultato.

Roma-Napoli (0-1). Vittoria Azzurra di un’importanza “capitale” e testa della classifica solitaria, a 29 punti. Gara equilibrata ed interpretata in maniera differente dalle squadre: il Napoli gioca bene e gioca sempre con la palla a terra (il Var nel primo tempo cancella un rigore). La Roma attende gli avversari e prova a ripartire, in contropiede, con vari strappi, soprattutto di Zaniolo. Al minuto numero 80, la gara viene sbloccata e vinta dal Napoli: palla lunga di Politano verso Osimhen, corpo a corpo con Smalling che soccombe al Suo strapotere fisico e non riesce a tenerlo, destro micidiale sul palo lontano e il portiere giallorosso è battuto. Complimenti al Napoli!

La giornata si chiude Lunedì con le vittorie (0-1) in trasferta della Sampdoria sul campo della Cremonese e del Sassuolo (2-1) in casa contro il Verona.

E’ sempre bella ed avvincente la Nostra Serie A avanti così e Buon Campionato a Tutti!

CLASSIFICA PUNTI dopo 11 giornate:

29: Napoli
26: Milan
24: Lazio e Atalanta
22: Roma
21: Udinese e Inter
19: Juventus
15: Sassuolo
14: Torino
13: Salernitana
11: Empoli
10: Bologna; Fiorentina e Monza
  9: Spezia
  8: Lecce
  6: Sampdoria
  5: Verona
  4: Cremonese

In testa alla Classifica dei marcatori, dopo 11 giornate, c’è con 7 Gol (di cui 3 su rigore) Marko Arnautovic (Bologna).

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

Comandano in 2: Napoli – Atalanta!

Il Campionato di Serie A – Stagione 2022-2023 è ripartito! Siamo arrivati alla settima giornata del girone di andata e nel nostro racconto, dopo aver analizzato – la scorsa volta – le prime quattro giornate, nella “puntata odierna” prendiamo in esame dalla quinta alla settima giornata dove, al termine di quest’ultima, sono in testa alla classifica 2 squadre, a quota 17 punti: NAPOLI e ATALANTA.

5° GIORNATA:

La giornata numero 5 è caratterizzata dal primato solitario in classifica (13 punti) dell’Atalanta, che va a vincere (0-2) in casa del Monza. L’altra squadra in testa alla classifica, insieme ai nerazzurri prima di questa giornata, era la Roma che perde “rovinosamente” (4-0), complice anche 2 gol regalati per due errori individuali, Karsdorp sul primo e Rui Patricio sul secondo, contro l’Udinese. Dopo il pareggio nella giornata precedente si riscatta il Napoli che batte 2-1 la Lazio a Roma. Il Milan lotta, combatte e vince (3-2) il derby contro l’Inter (alla seconda sconfitta in cinque gare) scavalcandoli anche in classifica. Per la statistica: i rossoneri vincono il secondo derby consecutivo in Serie A questo non accadeva dal 2011.

Vincono in casa il Torino (1-0) sul Lecce e il Verona (2-1) sulla Sampdoria. Gli altri risultati sono tutti pareggi fra cui l’1-1 tra la Fiorentina e Juventus, con i Viola che recriminano per le troppe occasioni fallite e, soprattutto, per il rigore sbagliato, a fine primo tempo, da Jovic. Chiudono lo 0-0 tra Cremonese e Sassuolo e il 2-2 tra Salernitana-Empoli e Spezia-Bologna.

6° GIORNATA:

Alla giornata numero 6 in testa vanno in 3 (14 punti). L’Atalanta, non oltre l’1-1 con la Cremonese in casa e si fa raggiungere in vetta dal Milan, che vince a Genova (2-1) contro la Sampdoria e dal Napoli che in casa vince (1-0), con gol al minuto numero 89 di Raspadori, contro lo Spezia. Vincono e sono subito dietro, la Roma (2-1) con Dybala che illumina con un gol e un assist per Abraham contro l’Empoli; l’Udinese (3-1) in rimonta a Reggio Emilia con il Sassuolo, in 10 uomini per tutto il secondo tempo; l’Inter (1-0) con “due assoluti protagonisti”, Brozovic segna e Handonovic para, in casa contro il Torino e la Lazio (2-0) in casa, un gol del “solito” Immobile e Luis Alberto.

Completano il quadro la vittoria (2-1) del Bologna, con Vigiani in panchina in sostituzione dell’esonerato Mihajlovic (un sentito in bocca al Lupo per la Sua Vita) sulla Fiorentina e il pareggio (1-1), con il “primo storico” punto in Serie A (in trasferta), per il Monza contro il Lecce.

Chiudiamo con Juventus-Salernitana. Il “rocambolesco” 2-2, dove succede di tutto da un recupero interminabile; un rigore sbagliato da Bonucci ribattuto in rete che vale il risultato finale; ma anche, sempre nel recupero, un gol di Milik, convalidato inizialmente dall’arbitro e annullato, forse (visto da altre prospettive di immagini) ingiustamente, dal VAR.

7° GIORNATA:

La giornata numero 7, è dei “3 big-match”. Andiamo con ordine. Il primo in ordine di orario nella “Domenica Italiana di Cacio moderno” c’è alle 12.30 ed è tra Udinese-Inter. L’Inter parte forte e dopo 5 minuti, Barella piazza una punizione sotto il sette. 0-1 Inter! I padroni di casa rispondono e grazie all’autogol di Skriniar, pareggiano e chiudono il primo tempo 1-1. Nella ripresa, l’Udinese esce alla distanza e nel finale di gara, si impone 3-1! Ottimo risultato per i friulani e complimenti a loro, soprattutto per il Secondo posto Classifica.

Alle 18, con il pubblico delle grandi occasioni, all’Olimpico c’è Roma-Atalanta. La Roma gioca e crea numerose occasioni ma non serve a nulla. Un tiro e gol di Scalvini al minuto numero 35, basta per la vittoria e il Primo posto in Classifica dei nerazzurri 0-1!

Alle 20.45 arriva Milan-Napoli. Primo tempo equilibrato e ben giocato da entrambe le parti, con il Milan vicino al gol più volte. Nella ripresa, il risultato si tinge di azzurro grazie ai gol di Politano su rigore, al momentaneo pareggio di Giroud e al gol vittoria, a 6 minuti dalla fine, di Simeone. 1-2 Napoli e Primo posto in Classifica!

Dopo le tre partite principali, la giornata odierna si completa: la Storica Prima Vittoria in Serie A del Monza (1-0) alla Juventus! Sulla panchina del Monza (un ex calciatore juventino) da questa partita Raffaele Palladino. Per la statistica: l’unica squadra ad aver ottenuto il suo primo successo in Serie A contro la Juventus prima del Monza, è stato il Catanzaro. La giornata si completa con le vittorie esterne dalla Lazio (0-4) con la Cremonese; dell’Empoli (0-1) a Bologna; del Lecce (1-2) con la Salernitana (punti pesanti in ottica salvezza) e del Sassuolo (0-1) contro Torino. Vincono in casa la Fiorentina, che non vinceva dalla prima giornata, (2-0) col Verona e lo Spezia (2-1) contro la Sampdoria, ultima in classifica insieme alla Cremonese, con solo 2 punti.

CLASSIFICA dopo 7 giornate:

17 PUNTI: NAPOLI e ATALANTA

16 PUNTI: UDINESE

14 PUNTI: LAZIO e MILAN

13 PUNTI: ROMA

12 PUNTI: INTER

10 PUNTI: JUVENTUS e TORINO

  9 PUNTI: FIORENTINA e SASSUOLO

  8 PUNTI: SPEZIA

  7 PUNTI: SALERNITANA e EMPOLI

  6 PUNTI: LECCE e BOLOGNA

  5 PUNTI: VERONA

  4 PUNTI: MONZA

  2 PUNTI: CREMONESE e SAMPDORIA

In testa alla Classifica dei marcatori, dopo 7 giornate, c’è con 6 Gol (di cui 2 su rigore) Marko Arnautovic (Bologna).

Divertiamoci ancora… Buon Campionato a Tutti!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

L’attesa è finita! Si ricomincia… Dopo la 4 giornata in testa la DEA e la ROMA!

Anche quest’anno dopo una breve e consueta pausa estiva – vista la disputa del Mondiale in Qatar che parte il 20 Novembre e termina il 18 Dicembre 2022 – ricomincia il 13 Agosto 2022 e termina il 4 Giugno 2023 la nostra “cara e amata” Serie A 2022-2023 giunta alla 121° edizione la 91° a girone unico.

Tornano il Serie A il Lecce vincitore della scorsa edizione del Campionato di Serie B, dopo 26 anni di assenza la Cremonese e per la prima volta parteciperà dopo aver vinto i play-off il Monza.

Come lo scorso anno (per la seconda volta) non ci sarà simmetria tra il girone di andata e di ritorno con la partita di ritorno tra due squadre che non potrà essere disputata a meno di 8 partite di distanza da quella dell’andata.

La giornata di Campionato sarà così suddivisa:

Sabato con 3 gare: (orari 15:00 – 18:00 – 20.45)

Domenica con 6 gare: (orari 12:30 – 3 partite 15:00 – 18:00 – 20.45)

Lunedì con l’ultima partita alle 20.45.

La novità più importante della stagione 2022-23 è il ritorno in caso di arrivo a pari punti per l’assegnazione dello Scudetto e per l’ultimo posto Salvezza dello spareggio che si giocherà in campo neutro e in gara secca. In caso di parità al 90esimo ci saranno subito i calci di rigore.

Cominciamo dunque il nostro racconto con le prime 4 giornate che ci dicono:

1° GIORNATA:

Si parte! Prima partita con l’esordio dei Campioni d’Italia del Milan che dopo essere andati sotto e combattere nel primo tempo battono una buona Udinese 4-2.

Per rispondere al Milan in ordine entrata nel torneo vinceranno per la prima volte tutte le prime 8 classificate della stagione precedente e non ci sono dunque pareggi non accadeva da 51 anni!

l’Atalanta “in maniera semplice” 2-0 sulla Sampdoria; l’Inter soffrendo all’ultimo minuto 2-1 a Lecce; la Lazio dopo essere andata sotto di un uomo (espulso il portiere Maximiano) e sotto nel punteggio rimonta 2-1; la Fiorentina anch’essa all’ultimo respiro 3-2 con la Cremonese; la Roma 1-0 alla Salernitana; il Napoli con un “roboante” 5-2 a Verona e infine la Juventus che si “sbarazza” 3-0 del Sassuolo. Completano il quadro la vittoria del Torino 2-1 a Monza e l’1-0 dello Spezia sull’Empoli.

2° GIORNATA:

Alla Seconda giornata restano a punteggio pieno (6 punti) in 3: Napoli; Inter e Roma che si impongono tutte e 3 in casa.

Agevolmente il NAPOLI 4-0 al MONZA e l’INTER 3-0 allo SPEZIA; deve sudare e combattere ma alla fine vince la ROMA 1-0 su una ancora “ottima come all’esordio” CREMONESE.

Vince 1-0 il SASSUOLO sul LECCE e poi solo pareggi: 2 1-1 tra ATALANTA-MILAN e BOLOGNA-VERONA e 4 0-0 tra EMPOLI-FIORENTINA; SAMPDORIA-JUVENTUS; TORINO-LAZIO e UDINESE-SALERNITANA.

3° GIORNATA:

Alla Terza giornata 3 “big-match” e nessuna squadra a punteggio pieno (non accadeva dalla stagione 2010/2011) ma ben 6 squadre a (7 punti): NAPOLI-MILAN-LAZIO-ATALANTA-TORINO e ROMA.

Come dicevamo gare importanti con 2 pareggi 1-1 tra JUVENTUS-ROMA (con Dybala per la prima da avversario suo l’assist per gol del pareggio di Abraham che risponde al “solito Vlahovic) e 0-0 tra FIORENTINA-NAPOLI e la vittoria 3-1 della LAZIO sull’INTER.

Vincono il MILAN 2-0 sul BOLOGNA; il TORINO e l’UDINESE 2-1 rispettivamente sulla CREMONESE e il MONZA (ancora a 0 punti); 1-0 l’ATALANTA in trasferta a VERONA (alla seconda sconfitta in casa) e 4-0 la SALERNITANA sulla SAMPDORIA. Completano i risultati della giornata i pareggi 1-1 tra LECCE-EMPOLI e 2-2 tra SPEZIA-SASSUOLO.

4° GIORNATA:

Alla Quarta giornata priva di incontri di “cartello” ci racconta delle vittorie interne con annesso Primo Posto in Classifica di ATALANTA e ROMA!

L’ATALANTA dopo aver sofferto un po’ si dimostra sempre una squadra “tosta” e una Tripletta e “pallone a casa” di Koopmeiners.ATALANTA-TORINO-3-1.

La ROMA in casa con MONZA gioca e dopo un inizio di studio ed equilibrato arrivano i primi 2 gol di Dybala in maglia giallorossa (100 totali in SERIE A). ROMA-MONZA-3-0.

Il MILAN non è il solito Milan in trasferta contro il SASSUOLO e deve ringraziare il Suo portiere Maignan che para un rigore a Berardi. SASSUOLO-MILAN-0-0.

Anche il NAPOLI in casa con il LECCE ringrazia il Suo portiere Meret per il rigore parato a Colombo, tirato 2 volte per fischio partito dagli spalti confuso dall’attaccante per il fischio arbitrale. A nulla serve il forcing finale degli azzurri. NAPOLI-LECCE-1-1.

Alla LAZIO non basta il solito gol “manco a dirlo” di Immobile per aver ragione della SAMPDORIA a Genova. All’ultimo respiro ci pensa Gabbiadini a ristabilire la parità. SAMPDORIA-LAZIO-1-1.

In casa vincono la loro partita l’INTER 3-1 sulla CREMONESE; la JUVENTUS 2-0 allo SPEZIA e l’UDINESE 1-0 sulla FIORENTINA.

I risultati di giornata si chiudono con 2 pareggi per 1-1 tra BOLOGNA-SALERNITANA ed EMPOLI-VERONA.

CLASSIFICA dopo 4 giornate:

10 PUNTI: ATALANTA e ROMA

  9 PUNTI: INTER

  8 PUNTI: NAPOLI; JUVENTUS; MILAN e LAZIO

  7 PUNTI: TORINO e UDINESE

  5 PUNTI: SALERNITANA; FIORENTINA e SASSUOLO

  4 PUNTI: SPEZIA

  3 PUNTI: EMPOLI

  2 PUNTI: LECCE; BOLOGNA; VERONA e SAMPDORIA

  0 PUNTI: CREMONESE e MONZA

In testa alla Classifica dei marcatori dopo 4 giornate ci sono Koopmeiners (Atalanta) e Vlahovic (Juventus).

Vi saluto a modo mio… si ricomincia, divertiamoci e Buon Campionato a Tutti!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

19 volte Milan campione d’Italia

Il 22 Maggio 2022, la 120esima edizione Serie A 2021-2022 del Campionato Italiano di Calcio, 90esima a girone unico, si è dunque conclusa.
Il Milan vince il Suo 19esimo Scudetto e si laura CAMPIONE D’ITALIA, dopo 11 anni!
All’Inter, seconda a 2 soli punti, vanno, come si dice “l’onore delle armi”, e, comunque, gli altri 2 Trofei Nazionali: la Supercoppa e la Coppa Italia (di cui parleremo).
Campionato combattuto fino all’ultima giornata, visto che il Milan si è presentato con soli 2 punti di vantaggio sui “cugini” Nerazzurri.

Complimenti al Milan con i suoi 86 punti finali (42 nel girone d’andata e 44 nel girone di ritorno).
Questa è la formazione tipo del MILAN Tricolore (modulo 4-2-3-1) Portiere: MAIGNAN – Difensori: CALABRIA; KALULU; TOMORI; THEO HERNA’NDEZ – Centrocampisti: TONALI; KESSIE’; – Trequartisti: SAELEMAEKERS; BRAHIM DIAZ; LEAO – Attaccante: GIROUD. La rosa è inoltre composta anche dai Portieri: TATARUSANU e MIRANTE; Difensori: ROMAGNOLI; BALLO-TOURE’; KJAER; FLORENZI E GABBIA – Centrocampisti: BENNACER; JUNIOR MESSIAS; KRUNIC E BAKAYOKO – Attaccanti: IBRAHIMOVIC; CASTILLEJO; REBIC; LAZETIC E MALDINI.

Cominciamo quindi a raccontare la fine della Storia di questo Campionato. Alla penultima giornata (la numero 37) ci sono i primi verdetti nella zona retrocessione. Il Venezia è in Serie B senza giocare, visto il pareggio (1-1) tra Empoli e Salernitana. Nonostante tutto, difendere lo 0-0 “con le unghie e con i denti” all’Olimpico con la Roma, non basta!
La seconda retrocessa in Serie B (dopo 15 anni consecutivi di militanza) è il Genoa, che perde 3-0 contro il Napoli al “Maradona”, nel giorno dell’addio di Insigne al Napoli. Nello stesso turno si ha anche la certezza matematica della salvezza per lo Spezia, che vince 2-3 a Udine con l’Udinese e della Sampdoria, che vince nettamente 4-1 con la Fiorentina.
In zona Europa, certe le qualificazioni alla prossima Champions League di Napoli e la Juventus manca “l’altra Europa”. Si qualifica in Europa League la Lazio, che alla giornata numero 37, pareggia 2-2 a Torino contro la Juventus, nella gara del saluto di Chiellini e Dybala ai colori bianconeri.
Per quanto riguarda gli altri risultati, la corsa allo Scudetto dice che il distacco di 2 punti rimane inalterato e per l’assegnazione viene tutto rimandato all’ultima giornata! Il Milan vince (2-0) con l’Atalanta e l’Inter vince (1-3) a Cagliari con il Cagliari. Nella lotta per non retrocedere, anche qui rimane un discorso a 2, nell’ultima giornata, tra la Salernitana e il Cagliari.

ULTIMA GIORNATA (n° 38) I VERDETTI DEFINITIVI
Partiamo ovviamente con il discorso Scudetto. Al Mapei Stadium – Città del Tricolore (Reggio Emilia) – il Milan, padrone del Suo destino, non sbaglia e vince contro il Sassuolo per 0-3 (in gol con Giroud 17’ e 32’ e Kessié 36). Per i rossoneri, basta un primo tempo “stellare” e una ripresa di controllo, per raggiungere l’obiettivo. 19esimo Scudetto – 86 Punti!
Dunque, a nulla serve il 3-0 dell’Inter in casa contro la Sampdoria che regge, comunque, un tempo, ma questo si chiedeva agli uomini di Inzaghi per non avere ulteriori rimpianti. È Seconda!
Il Napoli è terzo: 3-0 in trasferta con lo Spezia già salvo.
La Juventus è quarta, sconfitta in quest’ultima giornata, dalla Fiorentina, a Firenze per 2-0. I Viola vincono al Franchi contro la Juventus, ciò non accadeva da gennaio 2017 e da settimi in Campionato, tornano in Europa (Conference League) dove mancavano da 5 anni!
La Lazio pareggia in casa 3-3 con il Verona ed è quinta in classifica. Vince la Roma (0-3) in casa del Torino e, sesto posto in Campionato con conseguente qualificazione, come la Lazio, alla prossimo Europa League.
L’Atalanta perde in casa (0-1) con l’Empoli e si qualifica al settimo posto. Nella gestione Gasperini, è il peggior risultato in termini di punti 59 e, per la prima volta, è fuori dall’Europa.
Il Genoa, che aveva salutato la Serie A la settimana scorsa, perde in casa (0-1) con il Bologna.
Arriviamo all’ultima retrocessione. Nonostante la disfatta (0-4) contro l’Udinese, la Salernitana, dopo una fantastica rimonta nel girone di ritorno, si salva! Si racconta dell’ennesimo miracolo dell’allenatore Nicola lo specialista, vi ricordate il Crotone 5 anni fa? La terza retrocessa è, dunque, il Cagliari che, obbligato a vincere contro il Venezia già retrocesso, non va oltre 0-0 e retrocede in Serie B dopo sei anni.

Ora un po’ di numeri:
• MILAN: Maggior numero di vittorie (26); minor numero di sconfitte con l’INTER (4). Miglior difesa con il NAPOLI (31 gol subiti).
• GENOA: Maggior numero di pareggi (16); minor numero di vittorie (4); peggior attacco (27 gol fatti).
• VENEZIA: Maggior numero di sconfitte (23).
• FIORENTINA: Minor numero di pareggi (5).
• INTER: Miglior attacco (84 gol fatti) e miglior differenza reti (+52).
• SALERNITANA: Peggior difesa (78 gol subiti) e peggior differenza reti (-45).

Classifica Serie A 2021-2022:
86 Punti: MILAN (a)
84 Punti: INTER (b)
79 Punti: NAPOLI (b)
70 Punti: JUVENTUS(b)
64 Punti: LAZIO (c)
63 Punti: ROMA (c)
62 Punti: FIORENTINA (d)
59 Punti: ATALANTA
53 Punti: VERONA
50 Punti: TORINO
50 Punti: SASSUOLO
47 Punti: UDINESE
46 Punti: BOLOGNA
41 Punti: EMPOLI
36 Punti: SAMPDORIA
36 Punti: SPEZIA
31 Punti: SALERNITANA
30 Punti: CAGLIARI (e)
28 Punti: GENOA (e)
27 Punti: VENEZIA (e)

a – CAMPIONE D’ITALIA e UEFA CHAMPIONS LEAGUE
b – UEFA CHAMPIONS LEAGUE
c – UEFA EUROPA LEAGUE
d- PRELIMINARI UEFA CONFERENCE LEAGUE
e – RETROCESSE IN SERIE B

Classifica Capocannoniere della Serie A 2021-2022:
27 gol: Immobile (Lazio)
23 gol: Vlahovic (17 Fiorentina e 7 Juventus)
21 gol: Lautaro Martinez (Inter)

Anche quest’anno, ci siamo divertiti e appassionati con il nostro amato gioco del Calcio.
La stagione 2021-2022 va in archivio con, ancora, complimenti al Milan!
La caccia al “Diavolo” partirà ad Agosto. Arrivederci a presto…

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

Bologna-Inter è stata recuperata… il Milan è ancora PRIMO!

Ormai ci siamo… la Stagione Calcistica Serie A 2021-2022 è arrivata all’ultima curva, lo sprint finale dunque per arrivare al traguardo per conquistare l’ambito trofeo “il titolo di Campione d’Italia” e anche per gli eventuali posti “d’onore” per l’Europa e per alcune squadre anche la permanenza nella massima Serie.
A 4 giornate dal termine, in testa c’è ancora il Milan e non più solo “virtualmente” visto che l’Inter dopo il recupero finalmente disputato a Bologna viene sorprendente sconfitta ed è seconda a 2 punti.
Sarà Derby Milanese per lo scudetto…e presto scopriremo come andrà a finire nel frattempo raccontiamo la Storia delle giornate: 31 – 32 – 33 e 34.

Giornata numero 31. Cominciamo con l’Inter che, nel “big-match” all’Allianz Stadium contro la Juventus, riesce nell’impresa – dopo 10 anni – di vincere 1-0, con gol su rigore di Calhanoglu, nei finali del Primo Tempo. La Juventus ci prova e ci riprova nella ripresa ma, l’11 di Inzaghi “ben chiusa”, regge l’urto e si porta via tre punti pesanti verso “un ambito traguardo”. Nella corsa allo Scudetto pareggia il Milan 0-0 in casa con il Bologna mentre il Napoli si impone 1-3 in trasferta a Bergamo con l’Atalanta. Nelle posizioni subito dietro vincono la Roma 1-0 a Genova con Sampdoria; la Lazio 2-1 in casa con il Sassuolo e la Fiorentina 1-0 in casa nel “derby toscano” con l’Empoli.

Giornata numero 32. Secondo pareggio consecutivo e sempre per 0-0 del Milan in trasferta a Torino contro il Torino. Per gli “amanti della statistica” la stessa cosa era già successa, e sempre con Torino e Bologna, l’ultima volta a Dicembre 2018. Match combattuto con le difese protagoniste e con il Milan che perde un’altra occasione per allungare in classifica. L’Inter vince, 2-0 in casa, con il Verona mentre il Napoli viene sconfitto, 2-3 in casa, dalla Fiorentina. Vincono le romane: la Roma 2-1 in casa in rimonta sulla Salernitana e 4-1 senza storia della Lazio a Genova, sul Genoa. Importante il successo interno del Sassuolo, 2-1 contro l’Atalanta.

Giornata numero 33. Il turno “Pasquale” che si chiude, con il “botto”, il Lunedì di Pasquetta con l’importante partita al Maradona tra Napoli-Roma, ma andiamo per ordine! Cominciamo con le milanesi che, venerdì, aprono la giornata vincendo le loro partite! Il Milan 2-0 in casa con il Genoa e l’Inter 3-1 in trasferta con lo Spezia.
Il sabato le altre gare: la Juventus si conferma il quarto posto, nonostante il pareggio 1-1 casalingo contro il Bologna. 1-1 anche della Lazio in casa contro il Torino. Vincono 1-0 la Fiorentina sul Venezia e l’Udinese 4-1 sull’Empoli, in coda importante successo della Salernitana 2-1 a Genova con la Sampdoria e del Cagliari 1-0 sul Sassuolo. Lunedì: Ecco Napoli-Roma, partita sentita e importante, viste ancora le ambizioni delle due squadre. Comincia bene il Napoli che, dopo 11 minuti, va in vantaggio dopo che l’arbitro viene giustamente richiamato al VAR, per valutare bene il contatto in area tra Ibanez e Lozano. Rigore dunque e Insigne è freddo ed 1-0! Reagisce la Roma e, su punizione, Pellegrini dopo una “spizzata” di Osimhen, prende la traversa! Primo tempo equilibrato e combattuto che si chiude 1-0. Nel Secondo tempo Mourinho indovina i cambi ed El Shaarawy pareggia in pieno recupero. 1-1 dunque il risultato finale, risultato giusto al termine di una gara molto combattuta che però serve a poco ad entrambe le squadre. La giornata si chiude con l’Atalanta che, dopo la sconfitta di Reggio Emilia, perde ancora, questa volta in casa 1-2 contro un “sorprendente” Verona per il quale la “zona Europa” non poi così lontanissima.

Recupero Giornata numero 19. Mercoledì 20 Aprile c’è stato il recupero della giornata numero 19 tra Udinese-Salernitana, con gli uomini di Nicola capaci di espugnare, grazie ad un gol di Verdi al 93esimo, la Dacia Arena tenendo così ancora vive le loro speranze di salvezza.

Giornata numero 34. Le romane sulla strada delle milanesi nella lotta allo scudetto. L’Inter gioca nell’anticipo del sabato pomeriggio in casa con la Roma. Gara senza storia. 3-1 per i nerazzurri con una prestazione TOP con tanto gol di Marcelo Brozovic e si aspettano i “Cugini” impegnati nel posticipo con la Lazio. Il Milan risponde: PRESENTE! 2-1! All’ultimo minuto in rimonta grazie al gol di Tonali “mezzo regalo” di Acerbi e assist di Ibrahimovic. La Lazio era andata in vantaggio con il “solito” Immobile pareggio momentaneo di Giroud. Il Milan resta in testa con 2 punti di vantaggio sull’Inter!
Gli altri risultati: sorprende in negativo il Napoli che perde, inaspettatamente in trasferta, contro la per 3-2, contro l’Empoli dopo essere stato in vantaggio per 0-2 fino a 10 minuti dalla fine! Una sentenza…… Vincono la Juventus 1-2 a Reggio Emilia con il Sassuolo e l’Atalanta 1-3 a Venezia con il Venezia – ora ultimo – e che affiderà le sue speranze di salvezza a Socin.
Il Torino 2-1 in casa con lo Spezia. Pareggi tra Bologna-Udinese 2-2 e Verona-Sampdoria 1-1. Per la salvezza: scontro diretto vinto dal Genoa 2 minuti dalla fine 1-0 in casa sul Cagliari mentre la Salernitana di Nicola, coglie il terzo successo consecutivo dopo quelli con la Sampdoria e l’Udinese arriva il 2-1 alla Fiorentina.

Recuperi Giornata numero 20. Mercoledì 27 Aprile si disputano 3 dei 4 recuperi delle gare non disputate nella giornata numero 20. Adesso manca all’appello soltanto lo “scontro diretto salvezza” Salernitana-Venezia.
Atalanta-Torino 4-4: partita pirotecnica e piena di emozioni 4 rigori assegnati e realizzati con gli uomini di Juric che ottengono il 5 risultato utile consecutivo e con l’Atalanta che vede allontanarsi la zona “Europa”.
Fiorentina-Udinese 0-4: sconfitta “sanguinosa e pesante” per i Viola nella corsa all’Europa contro un’ottima e solida con un contropiede devastante Udinese. Per la Statistica: la Fiorentina non prendeva 4 gol in casa dal 20 Dicembre 2019 in quell’occasione 4-1 con la Roma. L’Udinese non vinceva a Firenze dall’11 novembre 2007.
Bologna-Inter 2-1: Il tanto atteso recupero è arrivato e come si dice “Clamoroso al Dall’Ara” vince il Bologna in rimonta a 9 minuti dalla fine dopo il vantaggio di Perisic e il pareggio di Arnautovic arriva l’incredibile liscio su un retropassaggio del portiere Radu – sostituto dell’indisponibile Handanovic – e Sansone che mette dentro la palla a porta vuota.

Classifica Capocannoniere della Serie A alla 34esima giornata:
26 gol: Immobile
23 gol: Vlahovic

Classifica Serie A alla 34esima giornata:
74 Punti: Milan
72 Punti: Inter
67 Punti: Napoli
66 Punti: Juventus
58 Punti: Roma
56 Punti: Lazio e Fiorentina
55 Punti: Atalanta
49 Punti: Verona
46 Punti: Sassuolo
44 Punti: Torino
43 Punti: Udinese
42 Punti: Bologna
37 Punti: Empoli
33 Punti: Spezia
30 Punti: Sampdoria
28 Punti: Cagliari
25 Punti: Salernitana* e Genoa
22 Punti: Venezia*
*una partita in meno
Volete sapere come va a finire…
Buon fine Campionato a tutti!!!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

Il diavolo conferma la leadership!

Stiamo arrivando piano piano alla conclusione della Stagione Calcistica. La nostra cara Serie A 2021-2022 sta dunque per emettere i suoi verdetti.
Ripartiamo con il nostro racconto prendono in esame la situazione dopo le giornate 27, 28, 29 e 30.
Giornata numero 27. Mi sembra giusto sottolineare che tutte le partite iniziano con cinque minuti di ritardo per sensibilizzare la grave situazione umanitaria in corso in Ucraina. Il messaggio è: PACE!!! Per quanto riguarda il vertice spicca il Big-match tra Lazio-Napoli vinto all’ultimo respiro (94esimo) con gol di Fabian Ruiz dalla squadra azzurra per 2-1. Pareggi (1-1) in casa del Milan con l’Udinese e dell’Inter (0-0) a Genova col Genoa. Milan e Napoli sono a pari punti 57. Vittorie esterne per la Juventus (3-2) ad Empoli e della Roma, anche Lei in extremis (97esimo su rigore 1-0) a La Spezia con lo Spezia. L’Atalanta, “regola facilmente” in casa 4-0 la Sampdoria, mentre il Sassuolo batte in casa (2-1) la Fiorentina. In coda importante successo del Cagliari (2-1) in casa del Torino.
Giornata numero 28. Giornata cruciale….. Napoli e Milan sono a pari punti e al Maradona c’è proprio Napoli-Milan! Sono i rossoneri ad avere la meglio sugli azzurri per 1-0 con gol segnato al minuto numero 49. Punizione di Tonali, destro di Calabria corretto/deviato in fondo al sacco dall’attaccante francese Olivier Giroud. Il Milan va! +3 e quinta sconfitta in casa in Campionato per il Napoli. Nella stessa giornata, nella parte “alta” della classifica vincono tutte! L’Inter “demolisce” 5-0 in casa la Salernitana. 1-0 in casa la Juventus sullo Spezia; importante il successo 1-0 anche della Roma in casa sull’Atalanta e 3-0 della Lazio a Cagliari. 1-1 tra le “nobili” di quest’anno, Fiorentina-Verona.
Giornata numero 29. Vincono Milan e Napoli! E’ sabato sera e basta un gol (1-0), ma quanta sofferenza del difensore Kalulu al minuto numero 19 al Milan, per avere la meglio su un buon Empoli. Per gli amanti delle statistiche, i Rossoneri hanno mantenuto la propria porta inviolata per 2 gare consecutive ed è la prima volta nel 2022! Il Milan, per la seconda volta, raccoglie 63 punti alla 29 giornata. Non accadeva dalla stagione 2011/12! Il Napoli risponde la domenica, andando a vincere a Verona (2-1) con un Super Osimhen, autore dei 2 gol. L’Inter non va oltre l’1-1. Gol del pareggio arrivato nel recupero con Sanchez a Torino e, forse, si deve anche “accontentare”, visto le varie occasioni sprecate dal Toro e che, sull’1-0, per i granata c’era anche un rigore “netto”, non dato dall’arbitro per fallo su Belotti. Vince ancora la Juventus (3-1) a Genova con la Sampdoria. 0-0 dell’Atalanta in casa con Genoa ormai abbonato ai pareggi, questo è il 16esimo! Pareggia nel recupero con l’Inter ma su rigore (1-1) la Roma con l’Udinese; vincono, di “misura”, 1-0 in casa la Lazio e la Fiorentina, rispettivamente contro Venezia e Bologna. In coda, importante vittoria in casa dello Spezia 2-0 sul Cagliari.
Giornata numero 30. Ancora Milan e Napoli……l’Inter si attarda! Nell’ultima giornata presa in esame, le tre di testa giocano il sabato, con il Milan e il Napoli che vincono la loro partita; 1-0 il Milan a Cagliari e 2-1 il Napoli a Udine con l’Udinese. L’Inter, invece, è fermata sul pareggio 1-1 in casa dalla Fiorentina. Vincono la Juventus (2-0) sulla Salernitana e l’Atalanta (1-0) a Bologna. Il derby della Capitale va alla Roma che supera, con un netto 3-0, la Lazio con uno “storico” per i colori giallorossi, Tammy Abraham! Secondo giocatore inglese nella Storia dei derby di Roma dopo Gascoigne per la Lazio a segnare e il primo vista la doppietta! Inoltre, il primo gol viene realizzato dopo 56 secondi! Ed è anche record perché è il gol più veloce della Storia in un derby di Roma in serie A. La giornata si completa con il pareggio (1-1) tra Empoli e Verona; la vittoria del Sassuolo (4-1) in casa sullo Spezia; la vittoria della Sampdoria (2-0) sul Venezia. Ritorna al successo il secondo in questo Campionato del Genoa (1-0) sul Torino. Il titolo di capocannoniere del Torneo – sembra per ora – un “affare” a due: infatti termine della giornata numero 30 a pari merito con 21 gol ci sono Ciro Immobile della Lazio e Dusan Vlahovic della Juventus. Un po’ staccati, a quota 15 gol, troviamo Giovanni Simeone del Verona e Tammy Abraham della Roma. Riusciranno da entrare in questo discorso…….
Aggiornamento delle statistiche:
Il Milan è la squadra con il maggior numero di Vittorie (20)
Il Genoa è la squadra con il minor numero di Vittorie (2) e il maggior numero di Pareggi (16).
La Salernitana è la squadra con il maggior numero di Sconfitte (18); il peggior attacco, 22 gol fatti e la peggior difesa, 65 gol subiti.
L’Inter è la squadra con il minor numero di Sconfitte (3) e il miglior attacco, 62 gol fatti.
Il Napoli è la squadra con la miglior difesa, 22 gol subiti.

Classifica Serie A alla 30esima giornata:
66 Punti: Milan
63 Punti: Napoli
60 Punti: Inter*
59 Punti: Juventus
51 Punti: Atalantae Roma 49 Punti: Lazio 47 Punti: Fiorentina
43 Punti: Sassuolo
42 Punti: Verona
35 Punti: Torino*
33 Punti: Bologna* e Empoli
30 Punti: Udinese**
29 Punti: Sampdoria e Spezia
25 Punti: Cagliari
22 Punti: Venezia* e Genoa
16 Punti: Salernitana**
*una partita in meno
**due partite in meno

Il racconto si avvia alla fine……Sempre il “mio” a tutti Voi: Buon Campionato a tutti!!!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

Sorpasso! Milan in testa!

Il nostro amato Campionato di Calcio Italiano di Serie A 2021-2022 entra nel momento “caldo”.
Riprendiamo il Campionato con il racconto delle giornate 24, 25 e 26.
Giornata numero 24: la partita più importante è indubbiamente il derby di Milano. Parte forte l’Inter che, dopo varie occasioni, va vantaggio al minuto numero 38 con Perisic. Calcio d’angolo di Chalhanoglu parabola sul secondo palo manca l’intervento Kalulu e il croato, colpendo la palla al volo, batte Maignan. 1-0 Neroazzurro e così si chiude il primo tempo! Nel secondo tempo il Milan la ribalta! In 3 minuti, tra il 75esimo e il 78esimo, Giroud con una doppietta batte l’Inter. Il Milan vince (2-1) il derby in rimonta per la prima volta da Febbraio 2004, si aggiudica un importante scontro diretto e accorcia le distanze dai nerazzurri (-1).
L’Inter si vede avvicinare anche dal Napoli che vince a Venezia (0-2). Da segnalare le vittorie importanti per: la Juventus (2-0) in casa con il Verona che scavalca l’Atalanta sconfitta in casa (2-1) per mano del Cagliari; della Lazio (3-0) in casa della Fiorentina. E per la Sampdoria (4-0) sul Sassuolo. Vince anche l’Udinese (2-0) in casa con il Torino. Pareggi (0-0) del Bologna con l’Empoli; (2-2) fra Salernitana-Spezia e della Roma – con gol nel recupero di Cristante – su un buon Sassuolo.
Nel turno successivo giornata numero 25. E’ la giornata di un altro importate scontro diretto: al Maradona c’è Napoli-Inter. La partita – una bella partita – si conclude con il risultato di parità 1-1. Questo pareggio costa all’Inter il primo posto in classifica. In testa arriva il Milan che vince la Sua partita in casa (1-0) sulla Sampdoria.
Nella stessa giornata la Juventus pareggia in casa dell’Atalanta (1-1), conservando così la quarta posizione guadagnata nel turno precedente. Vince ancora (3-0) la Lazio sul Bologna “dell’amato ed indimenticato ex” Mihajlovic. Torna alla vittoria in trasferta la Fiorentina (2-1) allo Spezia e sale il Verona “roboante” (4-0) in casa all’Udinese. Gol e Pareggio nel recupero (2-2) della Roma a Reggio Emilia in casa del Sassuolo. Vittoria “pesante” (2-1) del Venezia in casa del Torino e (1-1) “nello scontro diretto” nella zona retrocessione tra Genoa-Salernitana. Sempre (1-1) si conclude Empoli-Cagliari.
Arriviamo all’ultima giornata presa in esame la 26esima. Giornata che comincia di venerdì, visto l’impegno dei bianconeri in Champions League con il derby della Mole tra Juventus-Torino. Grande gara con intensità e qualità. Un punto a testa che vale molto soprattutto per il “Vecchio cuore Granata”. Juventus in vantaggio dopo 13 minuti del primo tempo con un colpo di testa da calcio d’angolo di de Ligt. La Juventus però, dopo il vantaggio, non domina la gara e nella ripresa, complice una gara di alto livello degli uomini di Juric, subisce il pareggio grazie al gol (il 4 contro i bianconeri) di Andrea Belotti. 1-1 il risultato finale. Il sabato si apre con la vittoria della Sampdoria (2-0) con doppietta “dell’eterno Quagliarella” sull’Empoli. Si prosegue con il pareggio (2-2) in rimonta della Roma; era sotto 2-0 al primo tempo con il Verona. In gol per i giallorossi vanno 2 giovani: Volpato classe 2003 il più giovane e Bove classe 2002. Per il Verona, Barak è diventato il 1° giocatore in assoluto, escludendo gli attaccanti ad andare in doppia cifra in Serie A con la maglia del gialloblu. Il sabato si chiude con il mezzo passo falso (2-2) del Milan visto il turno agevole in casa della Salernitana con Nicola, nuovo allenatore. Il Campionato prosegue con la vittoria in casa (1-0) della Fiorentina con il gol decisivo del suo nuovo bomber Piatek (Vlahovic è già un ricordo?); i pareggi (1-1) tra Venezia-Genoa e Udinese-Lazio. Fa “rumore” dopo la sconfitta 2-0 in casa in settimana con il Liverpool in Champions la nuova sconfitta, sempre in casa e sempre per 2-0, dell’Inter con un ottimo Sassuolo autore quest’anno, dopo aver già battuto al Meazza 3-1 il Milan, della ‘doppietta’ per la prima volta in Serie A. Se aggiungiamo il 2-1 sempre in trasferta a Torino con la Juventus……che dire: complimenti a loro!!!
Rimpianto per il Milan dopo la sconfitta nerazzurra per non aver allungato il classifica e rimpianto anche per il Napoli che manca l’aggancio ai rossoneri in testa alla classifica, visto il pareggio (1-1) in extremis ottenuto in trasferta contro un ottimo Cagliari. L’ultima partita vede il successo (2-1) del Bologna sullo Spezia.
Immobile è il capocannoniere del Torneo con 19 gol; segue distanziato di 1 gol (18) Vlahovic autore di 17 gol con la maglia della Fiorentina e 1 con quella della sua attuale squadra la Juventus.

Classifica Serie A alla 26 giornata:
56 Punti: Milan
54 Punti: Inter* e Napoli
47 Punti: Juventus
44 Punti: Atalanta*
43 Punti: Lazio
42 Punti: Fiorentina*
41 Punti: Roma
37 Punti: Verona
33 Punti: Torino* e Sassuolo
31 Punti: Bologna* e Empoli
26 Punti: Sampdoria e Spezia
25 Punti: Udinese**
22 Punti: Venezia* e Cagliari
16 Punti: Genoa
14 Punti: Salernitana**
*una partita in meno
**due partite in meno

Divertiamoci sempre con il Campionato… il bello deve ancora venire … Buon Campionato a tutti!!!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

INTER ancora in testa!

Ricominciamo il nostro racconto sul Campionato Italiano di Serie A 2021-2022 con la fine del girone d’andata e l’inizio (4 giornate) del girone di ritorno.
L’Inter già Campione d’Inverno – 12 anni dopo l’ultima volta – con una giornata di anticipo allunga a 7 la sua striscia di vittorie consecutive in campionato, superando 1-0 in casa all’ultima giornata del girone d’andata, il Torino.
Alle spalle dei nerazzurri, a quattro lunghezze di distanza, c’è il Milan, che esce sconfitto dallo scontro diretto con il Napoli alla 18 giornata ma, nel turno successivo, esce vittorioso (4-2) dalla trasferta di Empoli. Subito dietro il Napoli (39 punti) e l’Atalanta (38 punti) ad occupare i restanti posti per la prossima Champions League. Sempre in zona Europa e all’inseguimento di Napoli e Atalanta, un gruppo di squadre: Juventus (34 punti), Roma e Fiorentina (32 punti), Lazio (31 punti).
In fondo alla classifica, lo Spezia batte (1-0) a sorpresa il Napoli e allunga rispetto alla zona retrocessione (16 punti), dove troviamo invece Genoa (11 punti) e Cagliari (10 punti).
La Salernitana è ultima a 7 punti. Quest’ultima, va detto, condizionata anche dalle vicende societarie. Inoltre, alla stessa, l’ASL di Salerno non permette di recarsi a Udine per disputare quest’ultima giornata. Inizialmente, il giudice sportivo aveva stabilito che la partita restasse sub iudice. Il 18 gennaio 2022, dopo il ricorso dell’8 Gennaio presentato dalla Salernitana, per il regolare svolgimento della gara il giudice sportivo assegna la vittoria 3-0 a tavolino all’Udinese, infliggendo anche 1 punto di penalizzazione.
Comincia il girone di ritorno quello deciso, quello dei verdetti:
La giornata numero 20 del 6 Gennaio 2022, la prima del girone di ritorno, è condizionata dalle ASL di Torino, Bologna, Udine e Salerno che evitano la partenza delle rispettive squadre a causa della Pandemia di Covid-19. Così ATALANTA-TORINO; BOLOGNA-INTER; FIORENTINA-UDINESE e SALERNITANA-VENEZIA, non vengono disputate. Le altre gare in programma non subisco divieti e vengono giocate regolarmente. In programma ci sono 2 big-match: JUVENTUS-NAPOLI conclusasi con il risultato di parità 1-1 e la vittoria 3-1 del MILAN in casa sulla ROMA.
La successiva giornata, la 21ma, si disputa regolarmente ed è anch’essa caratterizzata da 2 scontri diretti per l’alta classifica. Uno di questi vede il ritorno in campo nel 2022 proprio della Capolista Inter, in casa con la Lazio. Successo: 2-1 per i nerazzurri sui biancocelesti. L’altro scontro vede il “rocambolesco” 4-3 della Juventus sulla Roma, che era in vantaggio 3-1 e, in 7 minuti (fra il 70esimo e il 77esimo), subisce prima l’aggancio e poi il sorpasso bianconero.
Giornata numero 22: segnaliamo uno “spettacolare” 0-0 tra Atalanta-Inter e la sorprendente sconfitta in casa del Milan 2-1, ad opera dello Spezia.
Nella giornata numero 23, l’ultima disputata e presa in esame, 2 gli 0-0. Dell’Atalanta condizionata dai tanti casi Covid, in casa della Lazio e del Milan in casa con la Juventus. Non proprio una partita esaltante per entrambe dove, forse, si impone la paura di un “passo falso decisivo”.
Inoltre, segnaliamo la vittoria all’ultimo minuto dell’Inter 2-1 in casa sul Venezia, mai domo nonostante la squadra abbia rinunciato a molti giocatori alle prese con il Covid.
Per via dei giocatori contagiati, una decimata Salernitana sempre più ultima, è sconfitta però in maniera netta dal Napoli 4-1. La Roma, con un primo tempo eccezionale (4-0 all’intervallo), si sbarazza dell’Empoli (4-2). In coda 0-0 tra Genoa-Udinese. I liguri affidati, dopo Konko, ora a Blessin in panchina dopo l’esonero Shevchenko; 1-0 dello Spezia contro la Sampdoria nonostante il ritorno del Mister Gianpaolo. Vittoria del Bologna 2-1 sul Verona e gli 1-1 tra Cagliari-Fiorentina e Torino-Sassuolo.
Immobile e Vlahovic in testa alla classifica marcatori con 17 gol.

Classifica Serie A alla 23 giornata
53 Punti: Inter*
49 Punti: Napoli e Milan
43 Punti: Atalanta*
42 Punti: Juventus
38 Punti: Roma
36 Punti: Fiorentina* e Lazio
33 Punti: Verona
32 Punti: Torino*
29 Punti: Sassuolo e Empoli
27 Punti: Bologna*
25 Punti: Spezia
24 Punti: Udinese*
20 Punti: Sampdoria
18 Punti: Venezia*
17 Punti: Cagliari
13 Punti: Genoa
10 Punti: Salernitana* (-1)
*una partita in meno

Divertiamoci sempre con la nostra passione… Buon Campionato a tutti!!!

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/

6 SuperINTER!

Il 12 Gennaio 2022, allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, si disputa la 34esima edizione della Supercoppa Italiana 2021, denominata quest’anno per ragioni di sponsorizzazione, Supercoppa Frecciarossa. La gara è tra l’Inter, vincitrice della Serie A 2020-2021, e la Juventus, detentrice della Coppa Italia 2020-2021.
L’Inter è alla sua 10a finale. Bilancio: 5 vittorie (ultima 2010) e 4 sconfitte.
La Juventus alla sua 17a finale (10ma consecutiva 2012-2021) Bilancio: 9 vittorie (ultima lo scorso anno) e 7 sconfitte.
Formazioni in campo:
INTER: modulo (3-5-2). Portiere: HANDANOVIC (Capitano) – Difensori: SKRINIAR; DE VRIJ; BASTONI – Centrocampisti: DUMFRIES; BARELLA; BROZOVIC; CALHANOGLU – Attaccanti: DZEKO; LAUTARO MARTINEZ. Allenatore: SIMONE INZAGHI
JUVENTUS: modulo (4-3-3). Portiere: PERIN – Difensori: DE SCIGLIO; RUGANI; CHIELLINI (Capitano); ALEX SANDRO – Centrocampisti: McKENNIE; LOCATELLI; RABIOT – Attaccanti: KULUSEVSKI; MORATA; BERNARDESCHI. Allenatore: MASSIMILIANO ALLEGRI.
Primo tempo: squadre in campo e comincia, dunque, quella che dovrebbe essere una gran bella partita davanti a circa 30.000 spettatori, vista la capienza dello stadio stabilita al 50% a causa della pandemia di Covid-19. Si parte con l’Inter, già dopo 2 minuti vicina al vantaggio con Dzeko. Subito dopo, ancora occasioni per i nerazzurri ma, nonostante quest’inizio arrembante, in vantaggio ci va la Juventus al minuto numero 25. Morata da sinistra crossa verso il centro e la palla, deviata da Skriniar finisce sulla testa di McKennie, lesto ad anticipare Bastoni per mettere la palla in rete. 1-0 Juventus! Un minuto dopo Kulusevski potrebbe raddoppiare, ma il suo tiro finisce fuori. Al minuto numero 34 intervento, in ritardo, di De Sciglio su Džeko in area. Rigore! Lautaro Martinez dal dischetto è freddo…1-1! L’Inter chiude in attacco ma il primo tempo termina 1-1.
Secondo tempo: varie occasioni da entrambe le parti; un paio di Bernardeschi però senza esito per la Juventus e di Dumfries, Lautaro Martinez e Perisic per l’Inter, ma anche qui “nulla di fatto”.
Il risultato non sblocca e al termine dei 90 minuti è 1-1.
Per assegnare il Trofeo ci vogliono i tempi supplementari o eventualmente i calci di rigore.
Primo tempo supplementare: occasioni per Sanchez ma il suo colpo di testa finisce fuori dallo specchio della porta e per Dybala, ma Lui con un tiro da fuori area, la spara lontano dai legni.
Secondo tempo supplementare: poche occasioni e sembra che si aspettino i rigori per assegnare il Trofeo……ma all’ultimo minuto e ultima azione, arriva la svolta: Dimarco crossa una palla verso il centro dell’area di rigore bianconera. Qui c’è l’incredibile stop sbagliato di Alex Sandro dove si avventa Darmin che la tocca “appena” per Sanchez che tira e batte per Perin. 2-1 Inter e fischio finale!!
L’Inter con il Capitano Handanovic alza e festeggia sotto il cielo di Milano, la 6 Supercoppa della Sua Storia!
Per gli amanti delle statistiche:
La Supercoppa si assegna per la 4a volta (3 di queste disputate e vinte dall’Inter) dopo i tempi supplementari:
– 2005 vinta dall’Inter (1-0) sulla Juventus;
– 2006 vinta dall’Inter (4-3) sulla Roma;
– 2012 vinta dalla Juventus (4-2) sul Napoli;
– 2021 vinta dall’Inter (2-1) sulla Juventus.
Simone Inzaghi vince la sua 3a Supercoppa su 3 Finali disputate – le 2 vittorie con la Lazio nel 2017 (3-2) e nel 2019 (3-1) proprio contro la Juventus.

Marco Migliorini

Fonte articolo “L’esodo Magazine” https://www.esodo.info/